Sasha Grey a Trieste per presentare il suo film


Sasha-Grey-TriesteCome ve la immaginate una ex porno diva, la più famosa in assoluto, di appena ventisei anni? Gettate nella spazzature tutti gli stereotipi del caso. L’americana Sasha Grey è piccolina di statura, ben proporzionata, un sorriso da sirena. Camicia bianca e nessun gioiello. È arrivata nel capoluogo giuliano per presentare a Trieste “Science + Fiction” Open Windows di Nacho Vigalondo, il film che la vede protagonista al fianco di Elijah Wood. The Fashionistas, Homo Erectus sono il passato. Quel passato a luci rosse che le ha regalato anche una sfilza di premi, da best new starlet a favorite oral starlet. Una carriera iniziata a 18 anni e che Sasha ha archiviato, all’apice del successo, cinque anni dopo. Oggi è soprattutto una dj, musica sperimentale, anzi, a breve, partirà per un tour. C’è chi ha scritto che è la nuova artista globale del futuro. 2.856.365 mi piace su Facebook. Attrice per Steven Soderbergh, The Girlfriend Experience, fissa nel cast di Entourage, ritratta da Richard Phillips, fotomodella, scrittrice, il suo secondo libro, The Juliette Society, edito da Rizzoli Controtempo, è stato definito un autentico gioiello.

 

Quando nel 2009 ha abbandonato l’industria del porno Sasha ha aperto una sua casa di produzione, “ma fu fallimentare, dormivo tre ore per notte, non riuscivo a pensare alla mia carriera e avevamo sempre discussioni”. Le piacerebbe comunque scrivere delle sceneggiature, creare dei ruoli per sé e chiamare a dirigerla registi come Soderbergh, la Bigelow e anche il nostro Paolo Sorrentino. Nel frattempo continua senza fretta un suo progetto di docufilm autobiografico.”Sapevo che avrebbe preso tempo, vado avanti”. Un personaggio così incandescente e poliedrico diciamo, spiazza, non poco. Lo sapete che tra i suoi riferimenti letterari preferiti c’è il Candide di Voltaire e che proprio ora sta leggendo una biografia di D’Annunzio che la entusiasma? «Mi piace il periodo in cui è vissuto. È incredibile! Io non ne avevo mai sentito parlare».